Home| Contatti| info@omantourism.gov.om
Beauty has an address ~ Oman

Osservazione delle tartarughe

Ogni anno milioni di tartarughe di mare emigrano dalle sponde del Golfo Arabico, del Mar Rosso e della Somalia per approdare e deporre le uova sulle spiagge del Sultanato, dove si riscontra la presenza di ben cinque delle sette specie di tartarughe marine finora registrate. Le elenchiamo di seguito:
- la tartaruga verde (Green Turtle) che popola gran parte delle coste omanite, in particolare quelle di Ras Al Hadd, Ras Al Jinz, i dintorni dell’isola di Masirah e le isole Dimaniyat.
- la tartaruga Al Rimani (Loggerhead Turtle) i cui terreni di nidificazione sono nell’isola di Masirah, nelle spiagge del Governatorato del Dhofar e nelle isole Dimaniyat.
- la tartaruga cosiddetta “Hawksbill Turtle” che nidifica sul litorale di Muscat e nelle isole Dimaniyat.
- la tartaruga Olive Ridley Turtle, che depone le uova sull’isola di Masirah.
- la tartaruga cosiddetta “Leatherback Turtle”che, pur presente nelle acque del Sultanato, non nidifica sulle sue spiagge.

Di notte queste creature dalla robusta corazza escono dalle acque poco profonde, per scavare faticosamente con le zampe un solco nella sabbia e deporvi le uova, prima di ritornare in mare. Circa cinquantacinque giorni dopo, le uova si schiudono e i piccoli si accingono a compiere il viaggio più precipitoso e pericoloso della loro vita, rischiando, ad ogni istante, di essere preda di volpi, granchi e uccelli rapaci, fino a che non si gettano in mare per trovarvi rifugio. Una delle attrattive turistiche principali consiste proprio nell’osservazione delle tartarughe, nel loro affascinate andirivieni notturno.