Home| Contatti| info@omantourism.gov.om
Beauty has an address ~ Oman

Baït Al Qefel (La casa dei lucchetti)

È un genere di casa diffuso nel Governatorato di Musandam. Baït Al Qefel costituisce l’emblema di un tipo particolare d’architettura, da cui traspare il grado d’ingegnosità applicato dalle popolazioni omanite di una volta per meglio adattarsi alle condizioni climatiche e di vita, dimostrando una spiccata capacità di assoggettare la natura circostante alle proprie esigenze. Dopo aver scavato il suolo a una profondità di almeno un metro, i costruttori vi disponevano delle grandi giare in terracotta contenenti datteri e altri viveri perché potessero far fronte alla stagione estiva, particolarmente torrida in queste montagne, e questo prima ancora di intraprendere la costruzione della casa, dotata di un’unica entrata, accessibile a una sola persona per volta, costretta quasi a strisciare per introdurvisi. Una volta costruita la casa con pietre di montagna, veniva fabbricato il tetto, generalmente con tronchi d’alberi di zizyphus o d’acacia, ricoperti da uno strato di argilla mescolata ad alcune pietre, che fungeva da isolante contro l’umidità, le piogge e il calore troppo intenso.
 Il nome dato a questo tipo di abitazione deriva dal suo peculiare sistema di chiusura. Due serrature consentivano al padrone di casa di garantire la propria incolumità e di preservare le derrate immagazzinate all’interno, quando d’estate si assentava per recarsi sulla costa.