Home| Contatti| info@omantourism.gov.om
Beauty has an address ~ Oman

Al Baleed

Questo sito, appartenente alle vestigia della “via dell’incenso”, si colloca nel Governatorato del Dhofar ed era anticamente il porto più importante del Mar Arabico. Le origini della città di Al Baleed risalgono a più di 2.000 anni fa e alcuni ricercatori si sono spinti ad affermare che la sua prosperità ebbe inizio nell’età del ferro. Al Baleed è stata uno dei principali porti dell’Oceano Indiano, diventando un centro commerciale fiorente grazie alle esportazioni di incenso verso la Cina e verso Roma. L’ubicazione della città è stata scoperta, per la prima volta, nel 1930.
 I servizi prestati dal Consigliere di Sua Maestà il Sultano per i beni culturali hanno portato alla pianificazione di un vasto programma volto a valorizzare il sito, che raduna un complesso di vestigia archeologiche su una superficie di 64 ettari, delimitata, a ovest, da un alto muro. Il muro presenta quattro porte. Un tempo, la città risultava suddivisa in tre settori principali (l’area commerciale, l’area residenziale e quella destinata ai servizi). Possedeva, inoltre, una moschea e un forte sul lato occidentale. Nel 2000 il sito di Al Baleed è stato iscritto nel patrimonio mondiale dell’Unesco.
Il forte di Al Baleed
Questo agglomerato dalle dimensioni imponenti sono le rovine del forte di Al Baleed. Il forte era alto 13 m e possedeva tre torri circolari e una serie di piccole torri semicircolari. La parte bassa, situata al centro del forte, contiene i resti del grande cortile. Sembra che il forte di Al Baleed si sviluppasse su quattro piani.
 Le mura della città
Sul lato ovest del forte si trovano le vestigia delle mura che cingevano la città vecchia e che servivano, tra le altre cose, a farle da scudo contro le piogge monsoniche che si abbattevano violentemente sulle montagne del Dhofar.